Come spiare WhatsApp su Android

Trucchi per Spiare Whatsapp con un cellulare Android

Come spiare whastsapp Android

In questa guida voglio parlare dicome spiare whatsapp android. Per essere più precisi, come leggere le conversazioni da un altro telefono Android.

WhatsApp è l’applicazione di messaggistica istantanea più usata al mondo. Essendo gratuita e offrendo la possibilità di inviare gratis i messaggi ha sostituito quasi del tutto gli ormai obsoleti sms.

Essendo  molto diffusa, è spesso presa di mira da possibili spioni. In sostanza da tutti coloro che per vari motivi hanno interesse a spiare le conversazioni altrui su whatsapp. Per esempio da partner gelosi, da genitori apprensivi ecc.

Per prima cosa, prima di proseguire, vorrei puntualizzare che spiare le conversazioni altrui è reato. Questa guida non è uno stimolo a commettere reati, ma uno strumento di conoscenza utile a capire quali possono essere le tecniche utilizzate da qualche male intenzionato a spiare le nostre conversazioni su whatsapp e adottare le opportune misure di sicurezza.

Spiare conversazioni Whatsapp su cellulare Android con Software Spia

La soluzione migliore per spiare Whatsapp su un cellulare Android è affidarsi a software professionali.

Ti sto parlando di programmi, a pagamento, nati con lo scopo di monitorare un cellulare in modalità anonima.

Su internet ne trovi diversi e hanno più o meno tutti le stesse funzioni. Quindi, per chi non ha esperienza, non è facile capire quale sia il migliore.

Prima di tutto devi decidere quali servizi vuoi monitorare, quale sarà il tuo budget e successivamente scegliere l’applicazione da installare sul cellulare android da monitorare.

Tra quelli che ho avuto modo di analizzare, io preferisco I-Spy. 

Considerando il costo e paragonandolo ad altri suoi concorrenti, posso tranquillamente dire che ha il miglior rapporto qualità prezzo.

Spiare Whatsapp con iSpy

I-Spy è presente sul mercato già da diverso tempo. Tutte le informazioni intercettate dall’applicazione spia I-Spy vengono inviate sul tuo portale web dove le potrai analizzare. L’interfaccia è molto intuitiva e facile da navigare, potrai ricercare le informazioni che ti interessano e creare dei rapporti per le consultazioni future.

Praticamente una volta installato sullo smartphone della vittima, permette di spiare conversazioni whatsapp, facebook, email e sms. Inoltre permette di vedere il registro delle chiamate e tanto altro tramite qualsiasi computer collegato in rete.

I-SPY è disponibile in due versioni  X-PRO e LIGHT.

La versione LIGHT è ricco di funzionalità, ma ad un prezzo inferiore. Praticamente ha quasi tutte le caratteristiche di X-PRO, con l’eccezione di tracciamento GPS, Chiamata Spia e Intercettazione di Chiamata.

Un elenco completo delle funzionalità lo trovi qui -> sul sito ufficiale.

Ti consiglio di leggere anche Come spiare un cellulare se vuoi approfondire l’argomento.

MAC Spoofing

Una tecnica abbastanza complessa, quindi destinata a gente più esperta, è il MAC spoofing.

L’indirizzo MAC (in inglese MAC address, dove MAC sta per Media Access Control), detto anche indirizzo fisico, indirizzo ethernet o indirizzo LAN, è un codice di 48 bit (6 byte) assegnato in modo univoco dal produttore ad ogni scheda di rete ethernet o wireless prodotta al mondo, tuttavia modificabile a livello software.

Rappresenta in sostanza un identificativo univoco per un particolare dispositivo di rete a livello di rete locale: ad esempio due schede di rete in due diversi calcolatori, computer, smartphone o tablet avranno due diversi nomi (e quindi diversi indirizzi MAC).

Il MAC Spoofing consiste nel cambiare l’indirizzo MAC del telefonino Android dal quale si vuole spiare le conversazioni whatsapp, utilizzando applicazioni ad-hoc come BusyBox o Mac Address Ghost, con quello del device della vittima al fine di clonare l’account e spiare WhatsApp senza che la vittima se ne accorga.

In questo modo il sistema inizierà ad inviare i messaggi su entrambi i dispositivi, come se, sul dispositivo spia, fosse inserita la stessa scheda SIM.

Come spiare WhatsApp Android con Whatsapp Web

Una tecnica molto semplice che può essere usata per spiare le conversazioni whatsapp consiste nello sfruttare un servizio offerto dalla stessa applicazione.

Sto parlando di WhatsApp Web, un servizio attraverso il quale è possibile accedere alle conversazioni whatsapp tramite computer.

Approfittando della buona fede e dell’ingenuità della nostra vittima si può accedere facilmente alle sue conversazioni whatsapp. E volendo, con un po’ di astuzia, spiare Whatsapp da un altro cellulare android.

Devi sapere però che il servizio consente l’accesso solo da computer e no da smartphone. Ma è possibile bypassare questa limitazione.

Vediamo come fare.

Come spiare WhatsApp Android usando WhatsWeb e WhatsScanner.

Su Play Store ci sono diverse app che possono essere utilizzate. Io personalmente ne ho provate alcune. Quelle che ti consiglio sono WhatsWeb e WhatsScanner.

Queste app, oltre ad essere gratuite non contengono pubblicità. Mentre altre app che ho provato avevano della pubblicità molto invasiva.

Il loro utilizzo è semplicissimo, basta avviare l’app è apparirà il codice a barre da scansionare con lo smartphone vittima.

Come spiare Whatsapp Android tramite web whatsapp

Quello che serve ora è entrare in possesso,  per pochi secondi, dello smartphone della vittima, quindi aprire whatsapp e dalla schermata delle chat pigiare sui tre puntini verticali in alto a destra e cliccare su WhatsApp Web.

Come spiare Whatsapp Android tramite app

 

Da questo momento sarà possibile visualizzare, in tempo reale, tutte le conversazioni whastapp della vittima.

Naturalmente è possibile disconnettere il dispositivo da “whatsapp Web” in qualsiasi momento.

Per verificare se ci sono dispositivi che accedono al tuo account tramite Whatsapp Web, devi:

  1. avviare l’applicazione Whatsapp sullo smartphone;
  2. pigiare sui tre puntini verticali in alto a destra e cliccare su WhatsApp Web;
  3. se noti dovessero esserci dispositivi connessi, pigia su “Disconnetti da tutti i computer”;
  4. il device si scollegherà immediatamente.

Come hai avuto modo di notare, molto spesso la vulnerabilità non sta nelle applicazioni o nei siti web ma nelle persone, nell’ingenuità e buona fede che possono essere usate per avere accesso ai dati personali.

Per questo motivo è buona norma proteggere sempre, non solo WhatsApp, ma tutte le applicazioni che possono contenere dati sensibili sullo smarphone con password.

 

Articoli correlati

Informazioni su Rocco Vincy 81 Articoli
Analista/Programmatore e blogger, si occupa di sicurezza informatica e delle comunicazioni. Ideatore e fondatore del sito/blog "BlogAmico"