Cosa sono i follower su Facebook e a cosa servono?

La parola follower non ti è molto chiara, eppure tutti ne parlano e vorresti saperne di più e capirci qualcosa, cerchiamo di fare chiarezza insieme. Cosa sono i follower su Facebook? A cosa servono esattamente e perché “dovresti” averne di più? Queste sono le domande a cui vorresti trovare una risposta?! Allora accomodati, sei nel posto giusto.

Sappi che il mondo dei social è sempre più vasto e si evolve costantemente: nuovi orizzonti dei social network creano nuovi spiragli di visibilità. La visibilità è un gran bel boomerang, che, se hai un’attività, o appartieni alla schiera dei liberi professionisti, potrebbe giocare a tuo favore anche grazie ai tuoi follower.

Cosa sono i follower su Facebook?

Lo so che stai pensando –Ok ma adesso dimmi esattamente cosa sono i follower su Facebook?– Il follower non è altro che un utente che decide di visualizzare i contenuti di altri utenti (pagine aziendali, di professionisti, attori, enti, ecc.), seguendo (con il tasto segui appositamente inserito in altro a destra, vicino alla copertina) la pagina prescelta. Questo vale su Facebook, ma anche su Instagram ed altri social.

Anzi, su Facebook fino a poco tempo fa, era presente il tasto mi piace, così, oltre a seguire una pagina o un utente potevi mettere il like! Adesso invece, il tasto like è stato eliminato, e con lui anche il numero dei mi piace (da parte delle persone che avevano premuto il tasto).

In effetti, succedeva spesso che si mettesse il like alla pagina, ma poi si decideva di non seguirne tutti gli aggiornamenti e quindi si smetteva di seguirla (disattivando il tasto segui). togliendo il tasto mi piace, il numero dei follower che segue la pagina e che riceve notizie, è assolutamente più veritiero (cosa importante per l’analisi dell’interazione).

Così, attraverso la sezione home, adesso vedrai solamente le pagine che “segui” e di cui sei follower.

Come diventare follower e perché?

cosa-sono-i-follower-su-facebook

Per capire bene cosa sono i follower su Facebook devi anche capire come diventarlo! Ogni social network ha la sua procedura e le sue regole, dato che parliamo di Facebook ecco come fare: ti basta soltanto seguire la pagina di tuo interesse, cliccando sul tasto segui posto in alto a destra della pagina.

Se poi vuoi sapere perché dovresti seguire una pagina, sia essa aziendale, o di un personaggio pubblico, del bar sotto casa o della parrucchiera di fiducia, prova a pensare che sui social, e su Facebook in primis, si ha modo di raccontare il proprio business in maniera più diretta e di impatto.
O magari semplicemente perché hai interesse a seguire o ad interagire con i contenuti prodotti e pubblicati da queste pagine. Ci potrebbero essere post informativi che non vuoi perdere, o le foto dello staff e gli eventi, o ancora, offerte speciali, oppure potresti seguire la pagina per pura e semplice curiosità.

Insomma, possono essere tanti i motivi che ci spingono a cliccare sul tasto segui e a diventare follower.

Considera anche che, per chi sta dall’altra parte (professionisti o attività), e magari ci potresti stare anche tu (se si professionista, o gestisci qualsiasi attività)!

Perché serve avere tanti follower?

Ecco spiegato perché serve avere tanti follower su Facebook, Instagram ma anche sugli altri social network.In sostanza, i social sono diventati un ottimo canale per:

  • aumentare visibilità
  • fare personal branding
  • acquisire autorevolezza
  • consolidare il rapporto con chi è già cliente
  • trovare nuovi clienti (eh si, suoi social, oggi anno 2021, puoi anche convertire e vendere)
  • pubblicizzare prodotti o servizi sotto forme diverse (storytelling ecc.)

In molti cominciano l’attività di influencer o brand ambassador proprio grazie al fatto di avere molti follower, seguaci interessati e reali. Tutto questo al fine di promuovere prodotti o servizi: la pubblicità 2.0

follower-facebook

3 Cose da sapere sui follower:

  1. Attenzione! Adesso che hai capito cosa sono i follower su Facebook, non dimenticare che questi “seguaci” devono essere reali. Pertanto ti consiglio di non considerare automatismi (bot) o acquisto di follower, perché finirebbero solo per penalizzarti. Cosa te ne fai di finti seguaci non interessati alla tua attività? Te lo dico io: niente.
  2. Coltiva i rapporti con i follower: fai in modo che si sentano i benvenuti sulla tua pagina, e vedrai che ti seguiranno con maggiore entusiasmo.
  3. Sei tu il tuo primo follower: non fare cose che non apprezzeresti nemmeno tu, mettiti nei panni di chi ti segue e cerca di informare, divertire o emozionare, non pensare solo e sempre alla vendita, che rischi un effetto negativo e controproducente.

 

Del resto, oggi, siamo tutti dei follower di qualcuno…

Articoli correlati


Marika Maino

Copywriter con la SEO dentro, ma anche ricamatrice di storie. Abbatto muri di testo e ti aiuto a domare le keyword. Scrivo per blog professionali e ti porto su Google con amore. Non resisto alla pasta e alle persone gentili, ai libri e alle battute pronte. Credo nelle donne e le aiuto a "farlo digital".

    Marika Maino ha 20 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Marika Maino